giovedì, ottobre 16, 2008

LUTTO ETRUSCO: MORTO PAGLIACCIO FARFALLO


Posto il seguente articolo del mio inviato di fiducia PINO SBANDO.

"Stamane alla fermata Piramide della metropolitana capitolina è stato ritrovato il corpo senza vita del famoso artista etrusco PAGLIACCIO FARFALLO. Nonostante le iene e gli avvoltoi ne avessero fatto scempio è stato identificato grazie alla carta d'identità che stava infilata sotto la parrucca dell'artista. Ma chi era PAGLIACCIO FARFALLO? Figlio di una nota familia della nobiltà etrusca Farfallo era notissimo in città. Il padre, conosciuto imprenditore, è proprietario di una ben avviata azienda per il lavaggio dei tori mentre la madre, anche lei artista, incide lapidi. Sin da fanciullo fu sempre attratto dal mondo circense e in particolar modo dai pagliacci specializzati in giucoleria e gags canore. A tal proposito ci dice Madre Germana dell'ordine della "Schiave di Dio dal cuore trafitto da spine e spade" che lo ebbe in custodia durante l'infanzia: "Si mi ricordo di quel pacioccone...... davvero un pezzo di pane. Nonostante che gli altri bambini spesso lo aggredissero malmenandolo e lo ricroprissero d'insulti lui conservava sempre un sorriso ebete sulle labbra segno inconfutabile della grazia di Dio! Aveva una curiosa caratteristica, si nutriva unicamente di bagigi.....mi mancherà molto." Come detto la sua passione artistica era innata sin dalla fanciullezza e mentre tutti gli altri bimbi e bimbe sognavano di fare i pompieri, gli astronauti, i poliziotti, i killer seriali, le ballerine, le dottoresse, le scienziate o le ministre delle pari opportunità, Farfallo aveva solo un'idea: fare il pagliaccio al Circo di Stato cinese. Adolescente svogliato e pigro si diploma geometra presso l'istituto Cazzaniga dove ai corsi serali recupera 5 anni in uno. Liberato dalle imposizioni familiari decide di iscriversi al DAMS per dar sfogo alle proprie ambizioni artistiche. Scrive un trattato divenuto famosissimo in tutta la bidelleria dell'ateneo felsineo: "LA FIGURA DEL PAGLIACCIO ALLA CORTE DEGLI ZAR NEL XIX° SECOLO". Si fa notare da illustri personagi dello spettacolo e la sua carriera sembra in ascesa. E' di quel periodo il suo flirt con Moira Orfei che lo elegge a suo pigmaglione. Poi la catastrofe. Pagliaccio Farfallo inizia a frequentare gli ambienti beat e conosce Brenda, una debosciata che morirà di tisi di li a poco, la quale lo introduce nell'orrido tunnel dei paradisi artificiali. La sua è una discesa all'inferno contradistinta da arresti, risse e piccoli furti di alcolici. Inizia a vivere di espedienti; si prostituisce nei bagni delle stazioni, simula una inesistente cecità per impietosire i passanti mentre fa la questua, ruba in chiesa. Anni passati ramingo per le strade delle città italiane sempre più immerso in una depressione inguaribile. Ci dice il babbo: "Quello che mancava a mio figlio era il carattere. Veda io ho iniziato a lavare i tori a 12 anni. A quei tempi era duro come lavoro, ma le soddisfzioni tante. Mi sono sposato ed ho tirato su una familia contando unicamente sulle mie forze e sulla dote di mia moglie. Personalmente non credo che fosse mio figlio perchè di corna mia moglie me ne ha piantate in testa a centinaia ma alla fine un po gli volevo bene e gli avevo anche proposto di ritornare a casa e di venire a lavorare con me in azienda. Adesso che è morto non me ne frega un cazzo, lo brucino pure o lo diano in pasto ai cani, chi se ne frega!". La madre non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione in quanto impegnata in un'orgia con alcuni idraulici. Un'altro esempio di vita sbagliata, di scelte inopportune, di degrado e sporcizia sia fisica che morale. Il sindaco Alemanno venuto a conoscenza del luttuoso evento ha commentato: " Embè che me frega so' romano e gli etruschi me fanno na sega!". Intanto nella capitale etrusca, presso il bar "dalla Pina" gli amici d'un tempo stanno raccogliendo bottiglie vuote da consegnare alla raccolta differenziata per riuscire ad istituire un fondo per la ricerca storica sui pagliacci ed un'eventuale borsa di studio. ADDIO FARFALLO SARAI SEMPRE NEI NOSTRI CUORI!

9 commenti:

Mileno Scresan ha detto...

Oddio, sono nella merda! Aveva l'assicurazione sulla vita con me!

Mileno Scresan ha detto...

Oddio, sono nella merda! Aveva l'assicurazione sulla vita con me!

Anonimo ha detto...

Erre, ma jeto ti cà scrive stè robbe?
Ma cossa fumito? e da ti solo pò ...

Luca Viscje Brasil ha detto...

Bello il servizio del tuo inviato. Una descrizione a tutto tondo di questo personaggio d'altritempi. Neanche su Wikipedia è così ben dettagliata.
Complimenti a Sbando.
E a te naturalmente che spero uscito dal tunnel dell'ortopedia.

Luca

Anonimo ha detto...

propongo come suo epitaffio una frase che soleva sempre dire il buon caro Pagliaccio Farfallo: "Sono un clown e faccio raccolta di pattini"... parole toccanti e che fanno riflettere
Addio dolce ed allegro compagno

Monello Vianello ha detto...

Cari amici tutti, non facciamoci prendere dalla facile commozione dimenticando i problemi reali: quella dei pagliacci è ormai una vera e propria piaga. E' di oggi un caso di violenza compiuto da Ronald Mc Donald. Ne darò notizia domani...

fashion jewelry ha detto...

lol,so nice

徐州攻主游戏中心 ha detto...

Saw your work, my feeling is that if everyone can be more exchanges, we should be more than is now the world like this!

扑克21点棋牌游戏中心BlackJack在线游戏 ha detto...

I think I come to the right place, because for a long time do not see such a good thing the!