domenica, dicembre 30, 2007

Prelibatezze natalizie


Carissimo nonchè stimato Erre chi ti scrive è una coppia di Bressanone: Brumuldo e Teocaliana. Per un lungo periodo la nostra è stata una coppia in crisi con numerosi episodi di violenza domestica ma da quando abbiamo letto il tuo libro "COME RISOLVERE TUTTO IN TRE MOSSE" abbiamo ritrovato la serenità anche se siamo stati costretti a dare in affidamento i nostri quattro figli agli zingari che li sfruttano nell'accattonaggio nelle grandi città ma va da sè che qualche sacrificio lo si deve pur fare per poter ristabilire l'armonia di coppia. Ora, per le festività natalizie, oltre che a drogarci e fare rapine col taglierino negli uffici postali della zona ci siamo dedicati alla lettura del tuo nuovissimo libro di culinaria "GUIDA AI LODAMARI CINESI". Seguendo le indicazioni del testo ci siamo recati ad uno dei lodamari segnalati ed abbiamo ordinato il piatto numero 52.... due belle porzioni e un paio di litri di Tavernello doc. Dobbiamo farti notare (vedi la foto acclusa) che siamo rimasti strabiliati quando ci è stata presentata la pietanza. Al centro della portata c'era un topo fritto. ma è normale? Ti preghiamo di darci risposta anche perchè abbiamo sequestrato il cuoco ed è nostra intenzione bollirlo vivo nell'olio. gazie, con infinita riconoscenza Brumuldo e Teocaliana.


Carissimi, il piatto numero 52 è una prelibatezza tipica della provincia del Guandong e viene generalmente chiamata "Pollo topato" o in alternativa "Topo pollato". Va servita fredda e inaffiata con abbondante vino coop l'euro che ride o in alternativa il classico tavernello.Pertanto il vostro gesto di stizza è del tutto fuori luogo. Vi esorto a costituirvi e a richiedere la sedia elettrica a parziale compensazione dei danni sociali da voi prodotti. Ora vi lascio perchè ho da fare molte cose inutili. Addio. Erre.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Erre,
dimentichi di dire che anche il cuoco cinese bollito nell'olio è un tipico piatto del sol levante. Si tratta del piatto n. 67, conosciuto generalmente con il nome di 'cuoco ai quattro colori' (meno noto 'cuoco pollato'). Ti prego, dunque, di rettificare la tua affermazione e di darti fuoco alle dita dei piedi come segno di riconoscenza, avendo cura di sgusciare le unghie prima della consumazione.

Italo Itlè.

Anonimo ha detto...

Calissimo Elle,

sono cuoco di listolante tinede 'Glande sole che lide senza motivo' e ti invito di paltecipale nostla gala di cucina tinede di piatto numelo 67 che si svolge plossimo mese di febblaio. Vincitole vince scolta pel un anno di liso con culi, ma senza cane. Altli cuochi paltecipanti, invece, vengono scuoiati vivi e cospalsi di spaghedi di soia.
Plego venile.

Xiao-Miao

Anonimo ha detto...

Caro Erre,

siamo fottuti.

Danilo Stoppa, per la Lista Arcobaleno - Federazione Polesana

Anonimo ha detto...

Ma cuando ci meti ancora anche cuele done co le tete tute nude che ce le metevi sempre, che a me mi piacevano anche se a te no tanto perché ti piaciono anche un po li uomi nudi. Va deto. Eco.

Felice Pediluvio

Anonimo ha detto...

Caro Erre, va a vardarte Herry Poter e i ciucia beche. L'è un bel film.
Rodrigo Chavez Itlè

Anonimo ha detto...

Caro Erre,

ti scrivo per segnalarti che la gente è stufa. La gente non ne può più. La gente mormora. Quanta gente! Paese che vai gente che trovi. La gente non ce la fa più. La gente è matta. La gente parla. Ci sta tanta gente. La gente mica è stupida!

Aggente 007

Anonimo ha detto...

Caro,

Ere, se non te a finisi de dire stronsade a ta bato tuto. Teron capitalista ca ne tiè altro!
Va in figa, valà!

Maci Marx

Anonimo ha detto...

Sì, ma mi in sto blog a voria lesere delle letere de fighe.

Arturo Cazzoduro

Olga ha detto...

Incivile.

Cinzia & Olga ha detto...

Solo un rancoroso sfigato può dire certe stupidaggini e scherzare sui problemi della gente.
Non sarà che anche tu sei un pò nano?

Anonimo ha detto...

L'è picolin, ma sfureghin!

Totò Zibibbo (detto 'itlè')